Pagine

lunedì 19 marzo 2018

Perché ho chiuso Materialismo Sacro

I lettori non avranno percepito nulla della piccola tragedia borghese che si è consumata negli ultimi dieci giorni: per citare il grande Giacomino Poretti, è stata una vera e propria "situazione kafkiana", nella quale Google non riconosceva più la mia password. E' una storia talmente contorta che non perdo neppure tempo a spiegarvela: chi proprio vuol capirci qualcosa, può leggere i due topic più importanti che ho lasciato sulla board di assistenza di Google (in italiano e in inglese). Ovviamente non ho pensato neppure un istante che si trattasse di censura (e nemmeno di qualche "hacker" - russo o meno): è stato solo un bug colossale che Google ha dovuto risolvere con una sorta di "atto d'imperio" (associando un'altra email al mio account). Un'azione per la quale ringrazio apertamente gli amministratori, ma che non serve a diminuire di un'oncia l'ormai insuperabile diffidenza maturata nei confronti di questa piattaforma. Perciò, indipendentemente da come si svilupperà la situazione, ho deciso di chiudere "Materialismo Sacro". Nei prossimi giorni vedrò cosa fare, se trasformarlo in un archivio, utilizzarlo solo per i redirect, oppure, nel caso si ripresentasse ancora il problema, lasciarlo perdere del tutto. In ogni caso gli articoli verranno nelle prossime settimane spostati sui vecchi blog che per l'occasione ho dovuto riattivare (a questo punto mi pare il caso di "immillarmi" su diversi spazi virtuali, affinché questo incubo non si ripeta):


Chi vuole contattarmi (anche per propormi collaborazioni) può scrivere all'email archeodada@email.it

2 commenti:

  1. Non credo al caso o a problemi tecnici nel tuo caso. Ti seguo da anni e ritengo il tuo lavoro prezioso e terribilmente anticonformista. Farsi dei nemici così è sin troppo facile. Che vuoi fare. Comunque ti seguo ad altri indirizzi. Coraggio, non mollare.

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio! Però penso davvero si tratti di un errore tecnico. Considera anche il fatto che questo blog non è mai decollato, sono arrivati a mezzo milione di visite ma con quelli vecchi ne facevo anche 20.000 in un giorno... Credevo che trasferirmi sulla piattaforma di Google mi avrebbe dato maggiore visibilità, invece alla fine mi ha penalizzato. Dunque per ora si torna su altervista e wordpress...

    RispondiElimina