giovedì 2 febbraio 2017

Come nacque il copyright

«L’attuale legislazione sul diritto d’autore si basa su una regolamentazione sviluppata da rabbini medievali. […] C’è un libro pubblicato nel 1518 a Roma – la Grammatica di Elia Levita, un ebreo che insegnò la lingua ebraica a un certo numero di cristiani, tra i quali un cardinale. La Grammatica contiene virtualmente la prima normativa scritta riguardante il diritto d’autore: con essa sono poste le basi per la legge internazionale sul diritto d’autore come noi oggi lo intendiamo.
[…] Nei secoli successivi all’invenzione della stampa la protezione del diritto d’autore rappresentava un problema nel mondo non ebraico. Nathan Isaacs nel saggio L’influenza dell’ebraismo sulla legislazione occidentale, parla di una notazione sul diritto d’autore in un libro ebraico stampato pochi anni dopo il primo statuto inglese in materia. Più che una vera notifica di diritto d’autore, si tratta di una Haskamah del Presidente del Rabbinato di Francoforte il quale plaude all’autore-estensore, parla del timore che qualcuno possa non tener conto del suo veto alla pubblicazione […] e lancia una diffida contro chiunque si azzardi a ristampare il libro prima di 15 anni dalla data del completamento della stampa in corso. Aggiunge Issacs che “questo genere di clausola era praticamente presente in tutti i libri ebraici del tempo”.
Dal momento che gli ebrei erano in contatto diretto con i non-ebrei nei primi momenti dell’era della stampa (e, anzi, molti dei primi libri ebraici stampati furono prodotti da stampatori cristiani), il mondo deve sapere che gli ebrei hanno avuto una grande importanza nell’invenzione e nella prevenzione della pirateria letteraria. E, quel che è ancora più interessante, anticipando i problemi attuali originati dall’uso delle fotocopiatrici, la diffida ebraica sulla ristampa di libri si rivolgeva non solo all’editore, ma anche allo stesso lettore».
(M. Hirsh Goldberg, The Jewish Connection, Steimatzky/Shapolsky, New York, 1986, pp. 87-88)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.