sabato 14 gennaio 2017

News of the World (G. Leopardi)

«SPRITE. […] Men are all dead and their race is lost.
GNOME. Oh, that’s the kind of news that should be in the papers. But so far we haven’t read it anywhere.
SPRITE. Nonsense! Don’t you see that with all men dead, there are no more papers?
GNOME. You’re right. But how can we find out the news of the world?
SPRITE. What news? That the sun has risen or set, that the weather is hot or cold, that here or there it has rained or snowed, or it’s been windy? For without men, Fortune has taken off her blindfold, has put on glasses, and has hung her wheel on a hook, and now she sits with her arms crossed, watching the affairs of the world without meddling. There are no more kingdoms or empires that keep swelling until they burst like so many bubbles, for they’ve all vanished. There are no more wars, and all years are alike — just as all eggs are alike».
[“FOLLETTO. […] Gli uomini sono tutti morti, e la razza è perduta.
GNOMO. Oh cotesto è caso da gazzette. Ma pure fin qui non s’è veduto che ne ragionino.
FOLLETTO. Sciocco, non pensi che, morti gli uomini, non si stampano più gazzette?
GNOMO. Tu dici il vero. Or come faremo a sapere le nuove del mondo?
FOLLETTO. Che nuove? che il sole si è levato o coricato, che fa caldo o freddo, che qua o là è piovuto o nevicato o ha tirato vento? Perché, mancati gli uomini, la fortuna si ha cavato via la benda, e messosi gli occhiali e appiccato la ruota a un arpione, se ne sta colle braccia in croce a sedere, guardando le cose del mondo senza più mettervi le mani; non si trova più regni né imperi che vadano gonfiando e scoppiando come le bolle, perché sono tutti sfumati; non si fanno guerre, e tutti gli anni si assomigliano 1’uno all’altro come uovo a uovo.” ]
(Giacomo Leopardi, “Dialogo di un Folletto e di uno Gnomo” [“Dialogue Between a Sprite and a Gnome”], Operette Morali, 1835; translated by G. Cecchetti)

Nessun commento:

Posta un commento