venerdì 20 gennaio 2017

Donald Trump in missione per conto di Dio

«[…] What truly matters is not which party controls our government but whether our government is controlled by the people. January 20th, 2017 will be remembered as the day the people became the rulers of this nation again.The forgotten men and women of our country will be forgotten no longer.
Everyone is listening to you now. You came by the tens of millions to become part of a historic movement, the likes of which the world has never seen before.
At the center of this movement is a crucial conviction -- that a nation exists to serve its citizens. Americans want great schools for their children, safe neighborhoods for their families and good jobs for themselves.
These are just and reasonable demands of righteous people and a righteous public. But for too many of our citizens, a different reality exists. Mothers and children trapped in poverty in our inner cities, rusted out factories scattered like tombstones across the landscape of our nation, an education system flush with cash but which leaves our young and beautiful students deprived of all knowledge. And the crime, and the gangs, and the drugs that have stolen too many lives and robbed our country of so much unrealized potential. This American carnage stops right here and stops right now.
[…] We will seek friendship and goodwill with the nations of the world.
But we do so with the understanding that it is the right of all nations to put their own interests first. We do not seek to impose our way of life on anyone but rather to let it shine as an example. We will shine for everyone to follow.
We will reinforce old alliances and form new ones. And unite the civilized world against radical Islamic terrorism, which we will eradicate completely from the face of the earth
At the bedrock of our politics will be a total allegiance to the United States of America and through our loyalty to our country, we will rediscover our loyalty to each other. When you open your heart to patriotism, there is no room for prejudice.
The Bible tells us how good and pleasant it is when God's people live together in unity. We must speak our minds openly, debate our disagreement honestly but always pursue solidarity. When America is united, America is totally unstoppable.
There should be no fear. We are protected, and we will always be protected. We will be protected by the great men and women of our military and law enforcement. And most importantly, we will be protected by God.
Finally, we must think big and dream even bigger. In America, we understand that a nation is only living as long as it is striving. We will no longer accept politicians who are all talk and no action, constantly complaining but never doing anything about it.
The time for empty talk is over. Now arrives the hour of action.
Do not allow anyone to tell you that it cannot be done. No challenge can match the heart and fight and spirit of America. We will not fail. Our country will thrive and prosper again. We stand at the birth of a new millennium, ready to unlock the mysteries of space, to free the earth from the miseries of disease and to harness the energies, industries and technologies of tomorrow. A new national pride will stir ourselves, lift our sights and heal our divisions. It’s time to remember that old wisdom our soldiers will never forget -- that whether we are black or brown or white, we all bleed the same red blood of patriots.
We all enjoy the same glorious freedoms, and we all salute the same great American flag.
And whether a child is born in the urban sprawl of Detroit or the windswept plains of Nebraska, they look up at the same night sky, they fill their heart with the same dreams and they are infused with the breath of life by the same Almighty Creator.
So to all Americans in every city near and far, small and large, from mountain to mountain, from ocean to ocean, hear these words -- you will never be ignored again.
Your voice, your hopes and your dreams will define our American destiny. And your courage and goodness and love will forever guide us along the way. Together, we will make America strong again. We will make America wealthy again. We will make America proud again. We will make America safe again. And yes, together, we will make America great again. Thank you, God bless you, and God bless America. Thank you. God bless America»

[“Ciò che davvero conta non è quale partito sia al governo, ma se il nostro governo è controllato dal popolo. Il 20 gennaio 2017 verrò ricordato come il giorno in cui il popolo ha ripreso il controllo di questa nazione.
Gli uomini e le donne del nostro Paese che sono stati dimenticati non saranno più dimenticati.
Ora tutti vi ascolteranno. Siete venuti a decine di milioni per far parte di un movimento storico, qualcosa che il mondo non aveva ancora visto.
Al centro di questo movimento c’è una convinzione fondamentale, che una nazione esiste per servire i suoi cittadini. Gli americani vogliono scuole eccellenti per i loro figli, quartieri sicuri per le loro famiglie e posti di lavoro decenti per se stessi.
Questi sono le giuste e ragionevoli richieste di un popolo giusto. Ma per troppi dei nostri concittadini, la realtà è diversa. Le madri con i loro figli intrappolati nella morsa della povertà nelle nostre periferie, le fabbriche in disuso sparse come lapidi per tutto il paesaggio della nostra nazione, un sistema educativo nel quale abbiamo investito tanto, ma che lascia i nostri giovani studenti privi di ogni conoscenza. E il crimine, e le gang, e le droghe che hanno strappato troppe vite e tolto al nostro Paese tanto potenziale non realizzato. Questa carneficina americana termina qui e termina proprio in questo istante.
[…] Cercheremo relazioni amichevoli e benevole con le nazioni di tutto il mondo. Ma lo faremo con la consapevolezza che è un diritto di tutte le nazioni mettere al primo posto i propri interessi. Non cercheremo di imporre il nostro stile di vita a nessuno, ma lasceremo che essa risplenda come un esempio per tutti. Brilleremo di una luce che tutti dovranno seguire.
Rafforzeremo le vecchie alleanze e ne formeremo di nuove. E uniremo il mondo civile contro il terrorismo islamico radicale, che verrà sradicato completamente dalla faccia della terra,
A fondamento della nostra politica vi sarà una fedeltà totale per gli Stati Uniti d’America, e attraverso la lealtà al nostro Paese, riscopriremo anche la lealtà reciproca. Nel momento in cui spalanchi il cuore al patriottismo, non c’è spazio per il pregiudizio.
La Bibbia ci dice quanto è buono e quanto è piacevole che il popolo di Dio viva assieme nell’unità. Dobbiamo parlare apertamente, esprimere il nostro dissenso con onestà, ma cercare sempre la solidarietà. Quando l’America è unita, l’America è inarrestabile.
Non ci deve essere alcun timore. Siamo protetti, e lo saremo sempre. Saremo protetti dagli uomini e dalle donne del nostro esercito e della polizia. E, soprattutto, saremo protetti da Dio.
Infine, dobbiamo pensare in grande e sognare ancora più in grande. In America, noi sappiamo che una nazione è viva solo fin quando lotta. Non accetteremo più politicanti che parlano senza agire, che si lamentano ma non fanno niente per risolvere i problemi.
Il tempo delle chiacchiere è finito. Ora arriva il tempo dell’azione.
Non permettete a nessuno di dirvi che non potete farlo. Nessuna sfida può abbattere il cuore e lo spirito combattivo dell’America. Non falliremo. Il nostro Paese continuerà a crescere e a prosperare di nuovo. Siamo all’inizio di un nuovo millennio, pronti a scoprire i misteri dello spazio, a liberare la terra dalle miserie della malattie e a sfruttare le energie, le industrie le tecnologie del domani.
L’orgoglio nazionale rinnovato ci pervaderà, guarderemo in alto e risolvere i nostri dissidi. È il momento di ricordare le sagge parole che i nostri soldati non dimenticano: possiamo essere neri, bianchi o di qualsiasi colore, ma il nostro sangue è rosso come quello dei patrioti.
Tutti noi godiamo della stessa gloriosa libertà, e tutti onoriamo la stessa immensa bandiera americana.
E sia il bambino nato nella periferia di Detroit sia quello nato nelle ventose pianure del Nebraska guarderanno in alto allo stesso cielo notturno, i loro cuori si riempiranno degli stessi sogni e saranno pervasi dal soffio della vita dello stesso Creatore Onnipotente.
Tutti gli americani di ogni città vicina e lontana, piccola e grande, da una montagna all’altra, da un oceano all’altro, sentiranno queste parole: non sarete mai più ignorati.
La vostra voce, le vostre speranze e i vostri sogni segneranno il destino americano. E il vostro coraggio e la bontà e l’amore ci guideranno per sempre lungo il cammino. Insieme, renderemo di nuovo forte l’America. renderemo di nuovo ricca l’America. Renderemo di nuovo orgogliosa l’America. Renderemo di nuovo sicura l’America. E sì, insieme, renderemo di nuovo grande l’America. Grazie, Dio vi benedica e Dio benedica l’America. Grazie. Dio benedica l’America”]

2 commenti:

  1. ...i poliglotti e i traduttori di buona volontà

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.