martedì 24 gennaio 2017

Appetite for Destruction

“Globalization means giving away power in terms of politics, and giving away markets by the businessmen who presently have them. In the future the limitations imposed by the Mafias of the world  --  and every country has its Mafia; Establishment is just another word for Mafia  --  will continue to fall apart. Does this create more instability? Yes. But it’s healthy. I adore the destructive power of capitalism. Because it means more freedom to create wealth. Poverty is lack of freedom; wealth doesn’t guarantee freedom, but at least it creates the possibility for it. Initially as technology creates this new global market, the rich nations will become richer, the poor, poorer. But within the next ten years I think we will see a Marshall Plan-style initiative for the less-developed countries involving both the newly industrialized countries and the old industrialized countries. This will be a necessity, not an option.”

[«La globalizzazione significa cedere potere politico, e portare via i mercati agli imprenditori che attualmente li possiedono. In futuro le limitazioni imposte dalle varie mafie del mondo – e ogni Paese ha la sua mafia; establishment è solo un altro nome per “mafia” – continueranno a sparire. Aumenterà l’instabilità a causa di tutto questo? Certo. Ma è una cosa salutare. Io adoro il potere distruttivo del capitalismo. Perché significa più libertà per creare più ricchezza. Povertà è mancanza di libertà: il benessere non garantisce la libertà ma almeno ne è la condizione per realizzarla. All’inizio, man mano che la tecnologia creerà questo nuovo mercato globale, le nazioni più ricche diventeranno sempre più ricche, e le povere più povere. Ma entro i prossimi dieci anni penso che vedremo delle iniziative sul modello del Piano Marshall per i Paesi meno sviluppati, che coinvolgeranno sia i Paesi appena industrializzati che quelli di più antica tradizione industriale. Questa sarà una necessità, non una scelta»]

(Carlo De Benedetti, “Fortune Magazine”, February 2, 1987).

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.