lunedì 20 luglio 2015

La vacanza intelligente

«Secondo me gli impulsi non sono essenzialmente aggressivi, sono avventurosi. E penso che sia molto, molto importante che possibilità di avventura vengano offerta alla parte della popolazione che ama l’avventura. Bisognerebbe aver la possibilità di arrampicarsi sulle montagne senza che costi troppo. Bisognerebbe poter andare al Polo Nord e al Polo Sud quando se ne ha voglia. La possibilità di vivere un’avventura dovrebbe essere alla portata di quelli che lo desiderano. Le avventure potrebbero essere organizzate dalle autorità. E cioè le autorità dovrebbero renderle possibili, senza ulteriori spese di tempo e di denaro, organizzare imprese veramente avventurose e, se necessario, pericolose, che possano essere gradite ai giovani. Si dovrebbe poter scalare le montagne. E se i viaggi spaziali diventeranno possibili, si dovrebbe potersi godere viaggi spaziali. Cose di questo genere dovrebbero essere alla portata di chi le desidera, e questo servirebbe a incanalare gli impulsi che attualmente in massima parte vanno verso la guerra» 
(Bertrand Russell, Bertrand Russell dice la sua, 1960, tr. it. Longanesi, 1968)

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.